Restauro e Conservazione

Una panoramica di tutto quello che la Daedalus Restauri offre

 

Un nostro vanto è la Carta dei Servizi che offriamo per tutti i nostri clienti, un servizio nel portale del gestionale per tutti i professionisti.

Affreschi e pitture murali

Tecnica ad Affresco

La specializzazione della Daedalus negli Affreschi, antichissima tecnica pittorica che si realizza dipingendo con pigmenti generalmente di origine minerale stemperati in acqua su intonaco fresco: in questo modo, una volta che nell'intonaco si sia completato il processo di carbonatazione, il colore ne sarà completamente inglobato, acquistando così particolare resistenza all'acqua e al tempo, ha consentito di sviluppare negli anni ai nostri operatori un’esperienza di elevata professionalità dove possiamo vantare incarichi di capolavori come Affreschi settecenteschi, Compianto sul Cristo morto, San Giorgio mentre trafigge il Drago. Inoltre sono da citare capolavori settecenteschi come gli affreschi fuori usciti nel palazzo Garzilli di Solofra del sec. 700. Infine affreschi medievali del Castello Arechi di Salerno.

Tecnica a Tempera

La Daedalus Restauri leader nella Conservazione e Restauro si dedica al recupero e alla conservazione dei dipinti murali prevalentemente attraverso l’attività di cantiere. L’intervento sui cicli dipinti e apparati decorativi si affianca alle attività di analisi e diagnostica come i dipinti parietali con tecnica pittorica eseguita a tempera raffiguranti il ciclo pittorico dei Puttini come quelli della “ Chiesa di San Giorgio in Afragola, ai soffitti decorati neoclassici a Tempera nella Costiera Amalfitana di un Palazzotto dell’ottocento” della famiglia Pisacane e i dipinti della famiglia Garzilli in Solofra raffiguranti scene bibliche : Il sacrificio di Isacco, Il Peccato Originale, il Fratricidio di Caino e Abele, in Palazzo Garzilli in Solofra, lo stemma di Villa Casabella di Paestum, le decorazioni del campanile di San Benedetto in Amalfi e quello di Lone del XI sec.

Dipinti su tela

Il laboratorio cantierato ossia sul posto è stato avviato con l’intervento su importanti serie di opere di fine Ottocento destinate agli eventi della Camera di Commercio di Salerno come Opere in Camera (tra cui le tele di G. Esposito, poi in serie quello di A. Ferrigno, O. Napoli e L. Paolillo. Seguendo le direttive e i principi metodologici consolidati nel settore della conservazione, al restauro è affiancata l’attività diagnostica su opere e manufatti, anche in supporto alla programmazione dei singoli interventi.

Preliminarmente all’intervento sono effettuate indagini non invasive per approfondire lo stato di conservazione e la tecnica esecutiva delle opere, compresa l’applicazione di tecniche sperimentali quali l’RTI (Reflectance Transformation Imaging). Successivi approfondimenti diagnostici (indagini invasive) sono eseguiti su microcampioni prelevati in zone di elevata complessità interpretativa, attraverso una significativa dotazione strumentale.

L’attività di conservazione preventiva normalmente effettuata dai nostri operatori si estende a tutte le categorie elencate che noi svolgiamo.

Dipinti su Tavola e Sculture

Dipinti su Tavola

L’attività è proseguita con l’intervento sia su opere singole, interessanti come casi di studio per la complessità dell’intervento richiesto; sia su gruppi di opere, assimilabili per tipologia o provenienza collezionistica. Tra i principali incarichi ricevuti si possono citare alcuni capolavori come quello del dipinto su Tavola Andrea da Salerno del XV sec. del Convento di Sant’ Antonio a Nocera , che hanno consentito ai nostri restauratori di misurarsi con alcuni grandi maestri della pittura rinascimentale Napoletana.

Sculture Lignee

La qualificazione della Daedalus Restauri ha permesso di perfezionare in particolare il tema del restauro delle sculture lignee, incontrando così anche una delle principali esigenze conservative su vari territori come quelli Avellinesi e Salernitani.
Come beni Ecclesiastici dei vari territori che sono le sculture lignei, i Crocifissi dei sec. XVII e XVIII e il Trono decorato con Foglia in Oro zecchino del sec. XVII dove si è assestato su criteri di elevata scientificità e integrazione disciplinare, e l’impostazione con cui si affronta questo settore di intervento risulta oggi paragonabile alle prassi già consolidate nei settori più tradizionali del restauro.

Materiali lignei

La specializzazione della Daedalus nel settore delle arti decorative ha consentito di sviluppare in particolare il tema del restauro dei materiali lignei e delle sculture lignei, incontrando così anche una delle principali esigenze conservative del territorio Avellinese . La maggior parte delle esperienze di restauro dei materiali lignei sono maturate infatti sul campo delle Residenze dei Garzilli di Solofra, come i controsoffitti decorati detti a incannucciati, gli Arredi Lignei della Scacrestia della Chiesa San Salvatore di Foggia e le Boiserie della Camera di Commercio di Salerno. I casi, numerosi e complessi, affrontati in questo settore hanno condotto alla definizione di una metodologia specifica e all’individuazione di strumenti di indagine e modalità di intervento in linea con i più elevati standard operativi.

Materiali Lapidei Naturali

Nell’ambito delle arti visive sono i nostri operatori specializzati nell’ambito dei Beni Culturali ad aver dato certezze nella Conservazione e il Restauro di beni come il Campanile della Maddalena in Atrani, gli intarsi marmorei dell’Anfiteatro di Benevento, la Statua della carità opera dello scultore Onofrio Buccini datata 1877 e la Fontana dei Delfini di Piazza della Carità in Marcianise, ai numerosi altari in marmo restaurati e ricostruiti ai bellissimi portali della Concattedrale di Caiazzo.

Materiali Lapidei Artificiali

Stucchi e Intonaci

Il panorama principale di attività è stato quello legato nell’ ambito delle Arti visive, la nostra struttura ha operato su beni ecclesiastici della costiera Amalfitana come la Chiesa del Salvatore De Birecto in Atrani, la cattedrale di San Lorenzo in Scala, la sacrestia decorata della Chiesa di San Gennaro a Praiano, a intonaci e stucchi medievali del Castello Arechi di Salerno, infine a quelli in finto travertino della Camera di commercio di Salerno, i Capitelli della cattedrale di Santa Trofimena di Minori e Chiesa Cielo e Terra in Altavilla Silentina, la Torre di Villa Rufolo a Ravello, l' Hotel Caruso e la Villa Cimbrone in Ravello.

Elementi decorativi in ferro

Nell’ambito delle Arti decorative, la nostra struttura opera anche su settori dedicati a manufatti in metallo. Il panorama principale di attività è stato quello legato alla camera di Commercio di Salerno e alle loro collezioni di arredi, applique e Lampadari. La Camera di Commercio di Salerno in particolare ha rappresentato uno dei cantieri più complessi e ha consentito di integrare efficacemente le funzioni conservative, scientifiche e di restauro. Il settore ha sviluppato una specifica linea di intervento anche nell’ambito dell’arte di fine Ottocento (Cancellata della Chiesa di san Ferdinando a Napoli) e (Lampadario in Ottone dell’ottocento Privato).